Navigazione veloce

Il Trinity, un’esperienza unica!

“I think that studying and doing homework is importantant not to become ignorant and to realize my dreams”

Anne Frank

trinity

“I think that studying and doing homework is importantant not to become ignorant and to realize my dreams”

                                                                                                                                                                                                   Anne Frank

Quando si parla di un esame, si sa, tutti si spaventano e corrono ai ripari.

Tuttavia, il Trinity non è un semplice esame. Frequentare produttivamente i corsi di preparazione non è stato facile: non si tratta di mero studio. Avvicinarsi alla lingua più parlata al mondo in maniera più matura, per se stessi e non per semplice dovere scolastico, mettersi alla prova e scegliere il grado di difficoltà con cui misurarsi: è un’esperienza, un’occasione unica!

Ho vissuto l’esperienza del colloquio con il commissario madrelingua come una “prova generale” degli esami di licenza media, ho capito cosa significhi giocarsi un intero percorso con un orale da dieci minuti, come ci si senta quando si attende di essere chiamati, cosa si provi trovandosi davanti a un viso inquisitore e sconosciuto.

Sono molto felice di aver intrapreso questo percorso, che consiglio a tutti. La competenza e la disponibilità delle professoresse, l’utilità indiscussa di un approfondimento della lingua inglese e la maturità che conseguire una certificazione può dare sono, sicuramente, valori aggiunti che non avremo l’occasione di trovare con facilità nei prossimi anni, proseguendo nel nostro percorso di studi. Naturalmente, non è una passeggiata! Servono impegno, costanza e dedizione, ma il risultato vale ogni sforzo, e la soddisfazione di aver portato a fiorire la gemma di una così bella opportunità ripaga…con gli interessi!

 

Alessia Zagni, 3A Pralboino

Non è possibile inserire commenti.