Navigazione veloce

Orto in condotta

ORTO SINERGICO alla Scuola Secondaria “padre Vincenzo Zasio ” di PRALBOINO

ORTO SINERGICO alla Scuola Secondaria “padre Vincenzo Zasio ” di PRALBOINO
Sono ormai 5 anni che ha preso avvio l’Orto sinergico, su suggerimento del piu’ ampio progetto diffuso nelle scuole d’Italia dallo Slow Food ed intitolato “ORTO in CONDOTTA”come strumento di approfondimento delle attivitò di educazione alimentare e ambientale.
La nostra scuola  l’ha adottato come progetto d’Istituto, ottenendo dall’Amministrazione Comunale un piccolo ma sufficiente appezzamento ricavato nello spazio verde prospiciente la palestra. L’obiettivo dell’iniziativa ha come punto focale la trasmissione alle giovani generazioni dei saperi legati alla cultura del cibo e alla salvaguardia dell’ambiente, ma ancor di piu’ si pone l’opportunità di fare rete tra gli alunni, i docenti, i non docenti, i genitori ed i nonni al fine di scambiarsi idee ed esperienze anche a distanza, grazie alla possibilità delle comunicazioni virtuali a disposizione.
La coltivazione e la produzione ha riguardato e riguarda tuttora erbe aromatiche, pomodori, zucchine, cetrioli, carotine, mais per pop corn, lavanda profumata.
Servirebbe sicuramente piu’ tempo scolastico per attuare e centrare gli obiettivi anche trasversali che l’iniziativa porta in sé. Si fa quel che si può, certamente gli alunni dimostrano interesse e passione e si auspica che l’iniziativa si concretizzi anche nell’ambito familiare e chissà… si possa aprire a breve alla comunità intera come degustazioni, momenti di scambio intergenerazionale capaci di ritrovare e far ritrovare gusti e sapori dimenticati

Questi alcuni obiettivi di carattere generale del Progetto:
*avvicinare i ragazzi al lavoro manuale (manipolazione della terra, irrigazione, raccolta di prodotti),
*scoprire cos’è un orto e cosa produce, sperimentare la semina e osservare lo sviluppo di una piantina,
*produrre e consumare semplici prodotti
*apprezzare il profumo, il gusto e l’aspetto dei prodotti della natura,
*promuovere l’educazione alimentare (primo approccio sulla cultura del gusto e degli alimenti),
*star bene insieme con gli altri collaborando nel lavoro per un obiettivo comune.
Pochi ambienti come l’orto riassumono  la conoscenza diretta delle piante alimentari, delle loro natura, forma, fisiologia, dei loro colore e sapore, del modo per coltivarle dalla buona terra. E’ questo un elemento sempre più essenziale per l’educazione dei nostri ragazzi, immersi in una  cultura virtuale che li sottrae dalle esperienze concrete e da rapporti interpersonali di socializzazione tra pari e attraverso le generazioni.
Il rapporto scuola-famiglia poi è da questo punto di vista di grande rilevanza per la costruzione dei cittadini di domani, per questo auspico che vengano avviati simili progetti anche in tutte le scuole del nostro istituto comprensivo e pure in tutti gli altri per creare una nuova cultura del cibo e della “terra”, mediante magari la creazione di orti didattici e sociali… e questa è una storia che a breve vedrà la sua attuazione grazie all’interessamento concreto del Dominato Leonense.
Prof. Erminia Baronchelli
Docente di Tecnologia alla Scuola Secondaria di Pralboino
Referente del progetto “Orto Sinergico”

Non è possibile inserire commenti.