Navigazione veloce

L’ARTE E IL TORCHIO

Laboratorio artistico con l’uso del torchio.

Martedì 20 ottobre 2015, noi alunni di 2A, accompagnati dalla professoresse Roberta Pancera e Chiara Bozzoni, ci siamo recati a Cremona per ammirare la Biennale Internazionale di Incisione “L’Arte e il Torchio”.

TORCHIO7

Siamo andati per riscoprire l’arte dell’incisione che ormai non molti conoscono e praticano perché questa tecnica è considerata arte minore.

I giorni precedenti, preparando questa uscita, in classe abbiamo deciso che il nostro tema sarebbe stato il “Cantico“ di San Francesco, argomento affrontato in letteratura, musica e arte. Innanzitutto ci siamo divisi i paragrafi del Cantico : qualcuno ha scelto l’acqua, qualcuno il fuoco, chi la terra e chi il vento… Ognuno ha riflettuto sui propri disegni e tutti sono riusciti a comporre un bel bozzetto.

La prima parte della visita riguardava la mostra delle opere: i quadri esposti erano stupefacenti, alcuni sembravano addirittura stampati! In un secondo momento ci siamo incamminati verso alcuni tavoli per il laboratorio artistico. Il maestro incisore Vladimiro Elvieri ci ha mostrato delle lastrine di un materiale plastico: il forex.

TORCHIO8

Ci ha illustrato la tecnica, ci ha dato delle lastre di prova e poi noi abbiamo iniziato il lavoro, riportando a matita il nostro bozzetto sulla lastrina.

TORCHIO9

Solo dopo aver terminato questa operazione, abbiamo cominciato a incidere.

TORCHIO1

Avevamo a disposizione punte, rullini, coltelli, bulini, stampini e un martello…è stato divertentissimo! Dopo aver inciso siamo passati alla stampa di alcune lastre. Prima di stampare una tavoletta bisognava levigare gli angoli e i lati per permettere al rullo del torchio di passare e stampare. Il maestro incisore ha preso una lastrina e ci ha spiegato la fase di inchiostratura, successivamente ha posato la lastrina su un foglio precedentemente bagnato e l’ha pressata.

TORCHIO5

Ci ha spiegato che se non veniva appoggiata per bene, la lastrina risultava alterata rispetto all’originale e anche che se non si regolava la giusta pressione, il disegno poteva risultare incolore o troppo scuro.

TORCHIO2

Per una mattina è stato bello dimenticare le nuove tecnologie e riscoprire l’arte dell’artigianato! Siamo stati tutti bravi, sia durante la visita sia durante il laboratorio: un silenzio assoluto riempiva la stanza, rotto soltanto dal rumore degli strumenti che incidevano. Per realizzare queste opere sono necessari tanto impegno, pazienza e concentrazione, ma alla fine il risultato è stupendo! Con orgoglio abbiamo ammirato le nostre creazioni!

TORCHIO3

 TORCHIO4

TORCHIO6

Questa esperienza ci è piaciuta molto e l’abbiamo vissuta come un momento indimenticabile e pensiamo che la professoressa ci abbia portato a Cremona, oltre che per motivi artistici, anche per questo.

Elida, Beatrice, Lucia, Elisabetta 2 A Scuola Secondaria di Pralboino

Non è possibile inserire commenti.